Recensione su Flash Magazine

Un lavoro ben al di sopra della media nel panorama rock, heavy italiano dove i Tenebrae sapranno sicuramente ritagliarsi uno spazio con il loro ambizioso progetto appena iniziato con Memorie Nascoste

“Memorie nascoste” è l’album d’esordio per il quintetto genovese dei TENEBRAE. Esordio composto da quindici tracce, comprese le introduzioni ai brani, difficili da definire come sound, ma che portano a descriverli come un maestoso e corposo heavy rock teatrale (art rock) cantato in italiano. Direte voi, che significa teatrale? Si teatrale in quanto il concept che sta all’interno di “Memorie nascoste” porta a vedere l’album come se fosse diviso in due parti, e in effetti sotto certi aspetti lo è. Mi spiego meglio. Il racconto che sta alla base del concept, può essere visto al di fuori della componente musicale, e diventare come un’opera teatrale. Difatti “Memorie nascoste” si presenta come cd in un formato digipak, ma soprattutto l’artwork viene completato e arricchito da un fumetto dal titolo “Crepuscolo”, opera del disegnatore “Shinnok”. Il fumetto introduce la storia che appunto nelle tracce viene descritta e dettagliatamente approfondita, in ogni singolo capitolo. Musicalmente, i TENEBRAE possono essere descritti, come detto a inizio recensione, come heavy rock, cantato in italiano, dove tutto ruota intorno alle chitarre, melodiche, heavy e distorte, dove il tappeto tastieristico aggiunge una fortissima vena prog, a tratti goticheggiante. Il trait d’union fra la componente musicale e teatrale è senza dubbio la voce, che assume le vesti di una recita teatrale in questo caso cantata e dove le tonalità vocali danno vita al concept stesso. E il connubio opera teatrale piu’ musica è realizzato. La scaletta dei brani è come girare per una galleria di quadri, e ogni quadro nella sua immagine raccoglie l’essenza della canzone stessa. Infatti tornando al concepì, esso descrive il protagonista carpito da un misterioso pittore che lo invita a guardare i suoi quadri, e lui, prima diffidente, rivede nei quadri parti della sua vita tormentata. In sostanza un lavoro difficile da carpire dopo un semplice ascolto superficiale, ma da riascoltare piu’ volte per capirne la sua essenza, sia dal punto di vista prettamente musicale, sia dal punto concettuale/visivo. Un lavoro ben al di sopra della media nel panorama rock, heavy italiano dove i TENEBRAE sapranno sicuramente ritagliarsi uno spazio con il loro ambizioso progetto appena iniziato con “Memorie nascoste”. (Dani_Lion68)

Lascia un Commento